TRIESTE: DONNA IN ATTESA DI ESPULSIONE SI SUICIDA IN COMMISSARIATO DI POLIZIA

16 aprile 2012

Una cittadina ucraina, Alina Diachuk, di 31 anni, si e’ suicidata questa mattina in una stanza nel Commissariato di Villa Opicina, una frazione di Trieste, dove vengono temporaneamente trattenute le persone straniere in attesa di essere accompagnate alla frontiera.

In base alla ricostruzione fornita dalla Questura di Trieste, l’ucraina si sarebbe suicidata usando il cordino della felpa.