BRUNO CONTRADA: DA STRASBURGO UN’ALTRA CONDANNA PER L’ITALIA

BRUNO CONTRADA: DA STRASBURGO UN’ALTRA CONDANNA PER L’ITALIA 11 febbraio 2014

Ecco un’altra condanna dalla Corte europea dei diritti umani. Quanti detenuti “incompatibili” potrebbero fare ricorso ed essere risarciti?

Italia, torturatrice.

 

Corte Strasburgo condanna Italia, violati diritti Contrada. Ex funzionario Sisde non doveva restare in prigione

STRASBURGO, 11 FEB – Bruno Contrada ha vinto oggi la sua prima battaglia alla Corte europea dei diritti umani. I giudici di Strasburgo hanno condannato l’ Italia per averlo tenuto in prigione, tra il 24 ottobre 2007 e il 24 luglio 2008, nonostante il suo stato di salute fosse “incompatibile” con il regime carcerario. Nella sentenza, che diventera’ definitiva tra 3 mesi se le parti non chiederanno e otterranno una revisione, i giudici hanno stabilito che lo Stato deve a Contrada 10mila euro per danni morali e 5mila per le spese processuali.

fonte Ansa