ROMANO: BERNARDINI, PROBLEMA POLITICO, BERSANI VEDA PANNELLA

29 settembre 2011

“Abbiamo fatto presente a Franceschini i motivi che ci hanno portato ieri a prendere la decisione di non partecipare al voto: il giorno prima al Senato c’e’ stato un voto unanime contro la soluzione che proponiamo da tempo per risolvere il problema delle carceri e rientrare cosi’ nella legalita’ costituzionale. Abbiamo ricordato le parole di Napolitano che aveva parlato di ‘prepotente urgenza’ e aveva chiesto alla classe politica di intervenire. Se l’esito e’ il voto che si e’ svolto al Senato vuol dire che non e’ stato fatto niente per evitare la tortura a detenuti, direttori di carcere, polizia penitenziaria e psicologi: di mozioni ne abbiamo a bizzeffe, serviva di piu”.

Lo ha detto la Radicale Rita Bernardini, riferendo dell’incontro tra lei e due compagni di partito con il capogruppo del Pd a Montecitorio, Dario Franceschini.

Sottolineando che ‘il problema e’ politico’, Bernardini aggiunge: “allora Bonino e Pannella incontrino Bersani. Da un anno noi sei radicali siamo autosospesi dal gruppo Pd per mancanza di interlocuzione politica. Bersani a Vasto non ci ha citato tra i possibili alleati e a nostra domanda ha risposto che non siamo ‘biodegradabili. Non so se decideranno la nostra espulsione, se lo facessero sarebbe un bel sottotitolo alla definizione di Partito democratico”

Fonte: ANSA