RITA BERNARDINI DOPO LE COMUNICAZIONI DI BERLUSCONI: “NOI DEPUTATI DELLA DELEGAZIONE RADICALE NON VOTEREMO LA FIDUCIA A QUESTO GOVERNO”

13 ottobre 2011

«Signor Presidente, noi deputati della delegazione Radicale non voteremo la fiducia a questo Governo, ma siamo qui presenti in Aula per la fiducia che riponiamo e per il rispetto che abbiamo delle istituzioni. Istituzioni che non dimostrano di rispettare coloro i quali non ascoltano le parole del Presidente della Repubblica Napolitano nel momento in cui pone il problema della giustizia e delle carceri.

Noi siamo qui per dire che c’è una prepotente urgenza di intervento, non solo per le carceri da dove si esce solamente nella bara (e sono 50 i suicidi di quest’anno), ma anche per i 5 milioni di procedimenti arretrati, dei quali almeno 200 mila l’anno cadono in prescrizione. È questa l’amnistia vergognosa che si fa nel nostro Paese. Noi invece chiediamo con la nonviolenza – io sono al ventinovesimo giorno di sciopero della fame, assieme a Marco Pannella – amnistia per la Repubblica…

A lei, signor Presidente Fini, volevo ricordare una storia antica. Quando tutta l’unità nazionale partitocratica se ne andava dall’Aula quando parlava Almirante rimanevano solo i quattro deputati Radicali. Oggi purtroppo si è persa questa bussola.»