PD, SCHIZOFRENIA O POSITIVE E FECONDE CONTRADDIZIONI?

PD, SCHIZOFRENIA O POSITIVE E FECONDE CONTRADDIZIONI? 5 marzo 2014

Ragazze e ragazzi, la Risoluzione approvata ieri alla Camera in occasione del dibattito sul messaggio del Presidente della Repubblica (a prima firma dell’on Roberto Speranza del PD) contiene dei punti del tutto positivi su AMNISTIA e INDULTO e, addirittura, sui nostri (Radicali) REFERENDUM. Ciò in totale contraddizione con quanto affermato ieri in aula dalla responsabile Giustizia del PD, Alessia Morani (messa lì dal Presidente del Consiglio e Segretario del PD, Matteo Renzi).

STRALCI RISOLUZIONE:

l’attuale situazione di profonda devastante illegalità in cui versano il nostro sistema giudiziario e penitenziario non può essere affrontata con misure tanto effimere quanto intempestive sul fronte della depenalizzazione dei reati minori o del parziale rafforzamento delle misure alternative; è necessario riflettere, sulla scia di quanto proposto dal Presidente della Repubblica, sulla possibilità di prevedere RIMEDI STRAORDINARI, quali L’AMNISTIA E L’INDULTO, i quali potrebbero avere il pregio di riattivare immediatamente i meccanismi giudiziari ormai prossimi al collasso, evitando una dissennata lotta contro la prescrizione incombente, consentendo così al nostro Stato di rientrare nella legalità e di ricondurre il sistema carcerario a forme più umane, il che faciliterebbe l’avvio di quelle riforme strutturali e funzionali della giustizia capaci dì impedire il rapido ritorno alla situazione attuale;

l’amnistia e l’indulto, quindi, potrebbero non soltanto rappresentare una risposta d’eccezione ed umanitaria al dramma della condizione carceraria, ma anche costituire la premessa indispensabile per l’avvio e l’approvazione di riforme strutturali relative al sistema delle pene, alla loro esecuzione e più in generale all’amministrazione della giustizia. Inoltre la loro approvazione potrebbe essere necessaria per ricondurre entro numeri sostenibili il carico dei procedimenti penali nonché per sgravare il carico umano che soffre in tutte le sue componenti (detenuti, personale civile, amministrativo e di custodia) la condizione disastrosa delle prigioni, perché nessuna giustizia e nessuna certezza della pena possono essere assicurate se uno Stato per primo non rispetta la propria legalità ed è impossibilitato a garantire la certezza del diritto;

————–

e sui Referendum sulla Giustizia è scritto nella risoluzione (va beh, non dicono che sono stati promossi dai radicali, però….)

le proposte di referendum abrogativi sulla giustizia avanzate nei mesi scorsi sono stata bocciate sul piano della regolarità formale, ma è evidente che sul piano sostanziale tantissimi italiani hanno chiaramente espresso la volontà di riformare il sistema di governo della magistratura. La politica ha quindi il dovere di dare ascolto a queste istanze e proporre soluzioni

————————

INVECE, Alessia Morani (responsabile Giustizia del PD e messa lì da Matteo Renzi) ha detto:

MORANI (PD): CLEMENZA INEFFICACE, MEGLIO INTERVENTI STRUTTURALI

“Il Pd ritiene provvedimenti di clemenza inefficaci. La via della clemenza è un alibi per la politica che non vuole fare scelte strutturali”.