PARLAMENTO WIKILEAKS

18 marzo 2011

Come già avvenuto nel 2010, I Radicali rendono pubblici gli elenchi, tenuti segreti per sessant’anni, di consulenti e fornitori del Parlamento.

Ai documenti che, per la prima volta nella storia della Repubblica, ottenne lo scorso anno la deputata Radicale Rita Bernardini, si aggiungono questa volta i documenti relativi al Senato, acquisiti grazie all’iniziativa della Vicepresidente Emma Bonino.

Su questa pagina è possibile accedere ai singoli contratti digitalizzatidelle collaborazioni e le consulenze della Camera e a quelli finora inediti del Senato, che verranno progressivamente pubblicati.

Dal 2007 Radicali Italiani porta avanti, unico soggetto politico in Italia, la campagna per l’istituzione ad ogni livello dell’anagrafe pubblica degli eletti e dei nominati, con l’obiettivo di restituire ai cittadini possibilità di piena conoscenza e quindi controllo dell’attività delle istituzioni e di chi le rappresenta. In molti Comuni, Province e Regioni l’anagrafe è oggi una realtà.Il principio degli “open data” è l’evoluzione naturale di quella campagna, e come tale compariva nel programma elettorale per la Regione Lazio di Emma Bonino, così come nella proposta di legge “modello” presentata in Consiglio Regionale del Lazio dai consiglieri radicali. L’affermazione di un vero e proprio diritto di accesso ai dati pubblici in formato aperto  è tra gli obiettivi per il 2011  deliberati dal IX Congresso di Radicali Italiani per il 2011

Abbiamo anche avviato una grande campagna di Mail Bombing per spingere i Parlamentari alla pubblicazione della loro dichiarazione dei redditi e patrimoniali.

Per partecipare clicca qui