OMICIDIO CASELLE, ERA PROPRIO NECESSARIA L’OPERAZIONE DI KILLERAGGIO CONTRO IL FIGLIO DELLE VITTIME DA PARTE DEL CORRIERE DELLA SERA?

OMICIDIO CASELLE, ERA PROPRIO NECESSARIA L’OPERAZIONE DI KILLERAGGIO CONTRO IL FIGLIO DELLE VITTIME DA PARTE DEL CORRIERE DELLA SERA? 8 gennaio 2014

Omicidio di Caselle: il Corriere della Sera on line ieri ha postato le foto (tratte dal profilo FB) del figlio e nipote delle tre vittime. Quel sorriso, lo sguardo scanzonato, l’orecchino e il fatto che gli hanno trovato un po’ di marijuana ha portato i lettori (condotti per mano dal Corriere ) a identificare in lui il feroce assassino e, nella fidanzata, la sua complice. I lettori a vedere quelle foto sorridenti si sono dichiarati al 50% INDIGNATI.

Oggi sembra che l’assassino sia un altro e che abbia addirittura confessato. A prescindere da come andranno a finire le indagini e l’accertamento della verità, era proprio necessaria quell’operazione di killeraggio da parte di quello che viene definito il maggiore quotidiano italiano?

Articolo del Corriere della Sera: MAURIZIO ALLIONE, FIGLIO DELLA COPPIA UCCISA A CASELLE TORINESE – CLICCA QUI