NUOVA MANIFESTAZIONE A POTENZA: BISOGNA CREARE CONDIZIONI PER L’AMNISTIA

20 agosto 2012

Nuova manifestazione il 19 agosto davanti al bagno penale di Potenza per sollecitare il Presidente della Repubblica ad affidare un suo messaggio alle Camere e per chiedere che “siano create le condizioni politiche per l’aministia”. Insieme a Maurizio Bolognetti, un’esposizione di cartelli per invocare interventi “contro la strage di legalità, l’amnistia per la Repubblica e per interrompere la flagranza di reato contro i diritti umani e la Costituzione”.

Con oltre dieci milioni di procedimenti civili e penali pendenti, il sistema giustizia in Italia è alla bancarotta e impedisce anche gli investimenti che gli imprenditori esteri penserebbero di fare nel Paese.

Il carcere di Potenza non è sovraffollato ma al suo interno i detenuti stanno troppe ore chiusi in cella senza fare alcuna attività, vi sono bagni a vista, c’è un muretto divisorio nei colloqui, parti del muro di cinta e altre strutture sono pericolanti e c’è carenza di personale penitenziario.

La risposta ad un’interrogazione presentata tempo fa contiene vere e proprie notizie di reato relative alle carenze nel carcere potentino, che abbiamo deciso di inoltrare alla Procura della Repubblica.