I RADICALI ADERISCONO E PARTECIPANO ALLA VEGLIA DI SOLIDARIETÀ CON I TRE RAGAZZI EBREI RAPITI

I RADICALI ADERISCONO E PARTECIPANO ALLA VEGLIA DI SOLIDARIETÀ CON I TRE RAGAZZI EBREI RAPITI 23 giugno 2014

Una decina di giorni fa tre studenti di una scuola rabbinica d’Israele, Eyal Yifrah di 19 anni, Naftau Yaakov Frenkel e Gil-Ad Shayer, entrambi di 16 anni, venivano rapiti mentre facevano l’autostop vicino all’insediamento di Gush Etzion, presumibilmente da terroristi di Hamas. Quale che sia il giudizio che si da’ della politica del governo e dello Stato d’Israele, e sulla situazione in Medio Oriente, è certo che quei tre ragazzi non sono colpevoli di nulla. Il loro rapimento e detenzione, è qualcosa di intollerabile e odioso, che va condannato con forza; alle famiglie dei tre ragazzi va espressa, anche visivamente, la più incondizionata e totale solidarietà e vicinanza.

Marco Pannella, Presidente del Senato del Partito Radicale, Valter Vecellio, della Direzione nazionale di Radicali italiani ed io aderiamo e partecipiamo alla veglia di solidarietà promossa dalla comunità ebraica romana, veglia che si terrà stasera, a partire dalle ore 20.15, al Portico d’Ottavia. Chiediamo al comune di Roma e al suo sindaco Ignazio Marino di esporre i ritratti dei tre ragazzi rapiti, come già fatto in altre simili occasioni.

Chiediamo ai consiglieri comunali e regionali e ai parlamentari iscritti al Partito Radicale e/o a Radicali italiani di predisporre e presentare atti da sottoporre all’attenzione dei rispettivi organismi istituzionali e a farli votare.

Chiediamo ai direttori dei mezzi di comunicazione, e in particolare ai direttori dei telegiornali di non dimenticare questa vicenda e di ricordare all’opinione pubblica che tre ragazzi sono stati rapiti, colpevoli solo di solo di essere ebrei.

L’appuntamento è in via del Portico d’Ottavia dove dalle 20.15 si raduneranno le persone e indosseranno delle t-shirt con il volto dei tre giovani rapiti.

Alle ore 20.45 ci saranno gli interventi dei rappresentanti del:

– Ambasciata d’Israele in Italia

– Keren Kayemeth LeIsrael

– Keren Hayesod

– Presidente Comunità Ebraica di Roma

Al termine ci sarà un collegamento video con i familiari dei ragazzi rapiti, che avverrà grazie a un proiettore posto nell’area pedonale di via del Portico d’Ottavia (probabilmente un collegamento sarà solo telefonico e non video, con l’audio che sarà diffuso nella piazza).

Finito il collegamento, la piazza si sposterà all’interno del Tempio Maggiore dove il Rabbino Capo, Riccardo Di Segni, condurrà una preghiera speciale.