DIVORZIO BREVE, STALLO ALLA CAMERA PER IL VETO DELLA CEI

31 ottobre 2012

Prosegue lo sciopero della fame del segretario della Lega Italiana per il Divorzio Breve, Diego Sabatinelli, per riaccendere i riflettori sul tema il cui testo è approdato a Montecitorio nel 2003 e sparito dall’ordine dei lavori subito dopo esservi stato inserito a maggio scorso. Anche Rita Bernardini ha commentato lo stallo del procedimento alla Camera, sostenendo la battaglia del segretario della Lid.

”Il divorzio breve non va avanti alla Camera dei deputati perchè c’è il veto della CEI – ha dichiarato la deputata Radicale Rita Bernardini – L’iniziativa non violenta dello sciopero punta semplicemente ad avere il voto, vale a dire che il Parlamento si assuma la responsabilità di dire si’ o no”. Riduzione dei tempi del divorzio da tre a due anni per le coppie con figli e da tre a uno per quelle senza prole e scioglimento della comunione dei beni a partire dalla prima udienza presidenziale, quando i coniugi vengono autorizzati a vivere separati, anzichè aspettare la sentenza di separazione: ecco le novità del provvedimento. Diego Sabatinelli è al settimo giorno di digiuno e annuncia che la sua iniziativa di protesta proseguirà  fino a che non sarà calendarizzato”.