CONVERSAZIONE SETTIMANALE A RADIO RADICALE

CONVERSAZIONE SETTIMANALE A RADIO RADICALE 17 novembre 2014

Nella conversazione settimanale a Radio radicale abbiamo trattato diversi temi: Il caso Lonzi e la mia lettera al Presidente della Repubblica Napolitano; il rigetto da parte della Corte europea dei diritti dell’uomo di oltre 3.500 ricorsi per risarcimento di detenuti nelle carceri italiane; il Satyagraha di Marco Pannella sulla situazione delle carceri italiane; la nuova Direzione di Radicali Italiani.

Ecco l’audio del mio intervento

Leggi tutto...


CARCERI, LA PESTE ITALIANA DELL’INGANNO, DELLA MENZOGNA E DEL TRADIMENTO DELLO STATO DI DIRITTO ARRIVA E SI INSEDIA IN EUROPA?

CARCERI, LA PESTE ITALIANA DELL’INGANNO, DELLA MENZOGNA E DEL TRADIMENTO DELLO STATO DI DIRITTO ARRIVA E SI INSEDIA IN EUROPA? 13 novembre 2014

C’è da chiedersi se la ‘peste italiana’ dell’inganno, della menzogna e del tradimento dello Stato di diritto si stia diffondendo e definitivamente insediando in Europa persino presso quelle istituzioni che dovrebbero garantire i diritti fondamentali dei cittadini. La Corte di Strasburgo ha respinto oltre 3.500 ricorsi di detenuti ritenendo i rimedi risarcitori introdotti in Italia validi in quanto i ricorrenti possono ora ottenere giustizia dai tribunali nazionali.

Abbiamo dimostrato dati e ordinanze dei magistrati di Sorveglianza alla mano, che la Legge 11 agosto 2014, n. 117 (in G.U. 20/08/2014, n. 192) riguardante i rimedi preventivi e risarcitori non è minimamente in grado di essere ‘effettiva’ per i detenuti che subiscono o che hanno subito in passato trattamenti inumani e degradanti.

Abbiamo portato le testimonianze di Presidenti di Tribunali di Sorveglianza, che hanno spiegato come sia impossibile nella pratica mettere in piedi un’istruttoria che ricostruisca lo stato di detenzione di ogni singolo caso; abbiamo rese note le ordinanze attraverso le quali in modo massiccio diversi Uffici di Sorveglianza respingono le istanze dei detenuti ritenendosi non competenti in materia in quanto il ‘pregiudizio’ subito deve essere ‘attuale e grave’: che è come dire che chi è stato vittima di un terremoto non … Leggi tutto...


NOMINATI I MEMBRI DELLA DIREZIONE DI RADICALI ITALIANI PER L’ANNO POLITICO 2014/2015

NOMINATI I MEMBRI DELLA DIREZIONE DI RADICALI ITALIANI PER L’ANNO POLITICO 2014/2015

Ecco i nominativi di coloro che faranno parte della Direzione di Radicali italiani per l’anno politico 2014/2015. In merito ai nomi scelti, preciso di non aver raggiunto l’intesa con il tesoriere Valerio Federico. Nei prossimi giorni comunicheremo i componenti della Giunta esecutiva.

La Direzione di Radicali italiani per l’anno politico 2014/2015 è così composta:

  1. Angiolo Bandinelli
  2. Laura Arconti
  3. Marco Beltrandi
  4. Michele Capano
  5. Deborah Cianfanelli
  6. Marcello Crivellini
  7. Giuseppe Di Federico
  8. Giuseppe Di Leo
  9. Massimiliano Iervolino
  10. Alessandro Massari
  11. Giuseppe Rossodivita
  12. Gianfranco Spadaccia
  13. Valerio Spigarelli
  14. Irene Testa
  15. Valter Vecellio

A seguito della nomina in Direzione di Deborah Cianfanelli, Massimiliano Iervolino e Giuseppe Rossodivita, subentrano come membri del Comitato Nazionale di Radicali italiani Luigi Recupero, Barbara Bonvicini e Luigi Mazzotta.

Fanno parte della Direzione di Radicali Italiani quali membri di diritto eletti dal Congresso: Rita Bernardini (Segretaria), Valerio Federico (Tesoriere) e Riccardo Magi (Presidente).
Alle riunioni di Direzione partecipano come invitati:

  • Il Presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento Marco Pannella, il Tesoriere Maurizio Turco, il vicepresidente Marco Perduca;
  • La ex Ministro degli esteri: Emma Bonino;
  • Gli ex parlamentari radicali iscritti a Radicali italiani, Maria Antonietta Farina Coscioni, Donatella Poretti;
  • Il Rappresentante di Radicali italiani
Leggi tutto...


A UCCIDERE 893 DETENUTI #SONOSTATOIO

A UCCIDERE 893 DETENUTI #SONOSTATOIO 6 novembre 2014

Riporto di seguito il mio intervento a Radio Carcere, programma di Radio Radicale condotto da Riccardo Arena, in cui si parla degli 893 detenuti morti in carcere dal 2009.

“Il caso Cucchi e gli altri 893 detenuti morti dal quel 22 ottobre del 2009 che non hanno ricevuto nè giustizia nè attenzione dagli organi di informazione. 893 decessi, ovvero omicidi rimasti impuniti, che dimostrano il collasso del nostro sistema penitenziario, che certificano il fallimento del nostro sistema giudiziario e che evidenziano come la c.d. informazione sia abile nello scegliere una tra le tante vittime di cui trattare. La più appetibile e, soprattutto, la più vendibile. Gli ultimi due decessi avvenuti nelle carceri”.

Leggi tutto...


Pagina 26 di 208« Prima...1020...2425262728...405060...Ultima »