CARCERI, PRESENTATA DENUNCIA A TUTTE LE PROCURE PER I REATI DI MALTRATTAMENTO

CARCERI, PRESENTATA DENUNCIA A TUTTE LE PROCURE PER I REATI DI MALTRATTAMENTO 19 maggio 2014

In Italia facciamo scontare ai detenuti una pena illegale, sia a chi è in attesa di giudizio, sia a chi ha condanne definitive.

In nome di Marco Pannella che conduce da anni questa battaglia abbiamo presentato denuncia a tutte le Procure della Repubblica d’Italia per il reato di maltrattamenti.

Al convegno organizzato dai Radicali, “Una sempre più prepotente urgenza, un imperativo giuridico, politico, morale”, a Bologna, all’interno della casa circondariale della Dozza, a cui ho partecipato, ho ricordato la sentenza Torreggiani emessa dalla Corte europea dei diritti umani un anno fa, che ha condannato l’Italia per trattamenti “inumani e degradanti” riservati ai detenuti. Una questione che l’Italia dovrebbe riuscire a risolvere entro la fine di maggio.

sono 30 anni che la situazione delle carceri è quella che sappiamo e adesso è il momento di passare dalle parole ai fatti: di qui la denuncia, perché ci deve essere qualcuno responsabile di questi maltrattamenti. Se l’Italia è un paese in ginocchio è anche perché non funzionano la giustizia civile e penale: solo con un’amnistia e un indulto si innesca una riforma della giustizia.

Marco sta proseguendo il suo Satyagraha. Dopo l’operazione di aprile, è dimagrito 25 chili ed è debilitato ma ha una forza interiore fortissima, ritiene che ci siano istituzioni, dal governo al Parlamento, del tutto sovversive rispetto anche al messaggio alle Camere del Presidente della Repubblica. Ma in Italia si fa finta di niente, è una continua violazione.