CARCERI, NON PIÙ DEL 20% DEI DETENUTI HA ACCESSO A POSSIBILITÀ DI LAVORO

CARCERI, NON PIÙ DEL 20% DEI DETENUTI HA ACCESSO A POSSIBILITÀ DI LAVORO 16 ottobre 2014

Ci sono intere sezioni detentive esclusivamente in mano alla polizia penitenziaria, anch’essa sotto organico e sofferente, e lo dimostra il numero di suicidi, nove a ottobre. Anche sull’aspetto lavoro a me non risulta che i numeri siano notevolmente cambiati. Siamo sempre a una percentuale di non più del 20% di detenuti che hanno accesso alla possibilità di lavoro e questo determina – certo, generalizzo – la giornata del detenuto, che viene trascorsa nell’ozio.

In carcere si risparmia su tutto, anche nel materiale di pulizia della cella, tranne che sugli psicofarmaci, che consentono a persone provate dalla detenzione di poter superare questo stato. È molto alta infatti, intorno al 25%, la percentuale di persone detenute che hanno precedenti di tossicodipendenza.