CARCERI: DOMANI SIT-IN RADICALI PER DIBATTITO CAMERA SU SOVRAFFOLLAMENTO

CARCERI: DOMANI SIT-IN RADICALI PER DIBATTITO CAMERA SU SOVRAFFOLLAMENTO 3 marzo 2014

Colpisce che il dibattito della Camera dei deputati giunga a 5 mesi di distanza dall’atto costituzionale (art. 87, secondo comma) del Presidente della Repubblica e si prova rammarico nel constatare che la Camera abbia deciso di discuterlo attraverso il ”filtro” delle osservazioni della Commissione Giustizia.

Da parte nostra con Marco Pannella, leader storico della battaglia per la ”giustizia giusta” in Italia, comunichiamo che oggi e” il quarto giorno del nostro Satyagraha, lanciato attraverso un mio appello e che reca anche la firma di Irene Testa, segretaria dell”associazione ”Il detenuto ignoto””. Un appello per lanciare l”iniziativa non violenta – che vede già coinvolte 792 persone, fra le quali molti parenti dei detenuti – segnando il tempo che ci separa dal prossimo 28 maggio, termine ultimo fissato dalla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo perché l’Italia ponga fine alla tortura praticata nei confronti dei detenuti ristretti nelle nostre carceri” sottolinea la segretaria dei radicali.

Fra i primi sottoscrittori si segnalano l’associazione Ristretti orizzonti, il senatore Luigi Manconi, la presidente della Conferenza nazionale volontariato giustizia Elisabetta Laganà, Gustavo Imbellone dell”associazione “A Roma insieme – Leda Colombini “, il presidente della Società italiana di Psicologia Penitenziaria, Alessandro Bruni e il presidente di Antigone, Stefano Anastasia.

Intanto, la presidente di Radicali italiani, Laura Arconti, ha inviato una lettera al ministro della Giustizia Andrea Orlando, sottolineando l’urgenza di un incontro con la delegazione radicale e perorando la causa dell”amnistia e dell”indulto, non solo per le condizioni disumane e degradanti delle nostre carceri ma, soprattutto, per liberare le scrivanie dei giudici e gli armadi delle cancellerie da un mucchio di carte inutili destinate comunque alla prescrizione.