36^ ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI GIORGIANA MASI. INTERVENTO ALLA TRASMISSIONE CORSI & RICORSI

36^ ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI GIORGIANA MASI. INTERVENTO ALLA TRASMISSIONE CORSI & RICORSI 6 maggio 2013

In occasione del 36° anniversario della morte di Giorgiana Masi, che ricorre il 12 maggio 1977, sono intervenuta assieme a Marco Artico (testimone oculare degli scontri di quei giorni) nel corso della trasmissione di Rai WebRadio 6 condotta da Roberto Quintini dedicata proprio alla ricostruzione dell’episodio.

Giorgina Masi veniva a Piazza Navona per firmare gli otto referendum del Partito Radicale, tra i quali quello contro il finanziamento pubblico ai partiti. Ero presente anche io e ho vissuto con grande emozione quella giornata, perché dentro di me c’era la sensazione di un popolo democratico che voleva esprimersi con l’arma non violenta della penna e dei referendum e un regime che invece toglieva al popolo italiano diritti fondamentali.

Era in vigore in quei giorni il decreto prefettizio che impediva di manifestare, che noi come Radicali avevamo contestato questo divieto con delle azioni di disobbedienza civile. Ero sul palco assieme a Bruno Tescari e sentivamo un’atmosfera tesissima, vedevamo fumogeni, mentre deputati radicali tentavano di entrare nella piazza, ma gli era impedito.  Negli scontri esplosi in piazza perse la vita Giorgiana Masi, ferita all’addome da un colpo di pistola.